Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.

Rock in the Casbah Sanremo 2017

2 agosto h.9:30 - 5 agosto h.1:00

Programma completo:
02 –NICHOLAS’ GROOWERS – NOMOREMARIO – RUNNING BIRDS
03 –LUCA LANTERI – LUCIDA CRASH – ROOMMATES – DOBERMANN
04 – THE SEAWARDS – THE MAD – SWEET LIFE SOCIETY
05 – DAVIDE GEDDO – BLUEBEATERS

Rock in The Casbah raggiunge la diciottesima edizione e, fedele al suo essere nel tempo, propone un perfetto mix tra proposte locali e momenti di grande energia collettiva come spesso è successo nel corso degli anni. Come sempre organizzato dall’Associazione Fare Musica con il contributo del Comune di Sanremo Assessorato alla Cultura e Manifestazioni dal 2 al 5 agosto, anticipato dalla rassegna Bravo Jazz dal 26 al 29 luglio.
L’imperativo è sempre stato quello di valorizzare socialmente e culturalmente un territorio particolarmente adatto, una sorta di palcoscenico naturale nato in condizioni nefaste e diventato cardine assoluto dell’attività artistica cittadina.
Quella dei 18 anni é una rassegna molto legata alle eccellenze del territorio, una sorta di festa da celebrare in famiglia. Presupposti che l’hanno vista nascere nell’estate del 2000 quando un gruppo di visionari intravide la possibilità di allestire un palco tra i carugi più alti ed impervi della Città Vecchia, proprio in quello spazio bombardato nel 1944, come ideale atto di ricostruzione e valorizzazione. La crescita esponenziale ha visto negli anni presentare le più interessanti proposte italiane: Band spesso esplose tra le mura più celebri del Teatro Ariston durante la settimana festivaliera sono partite o sono transitate proprio da qui, come FRANKIE HI-NRG MC, MARLENE KUNZ, MARTA SUI TUBI, PERTURBAZIONE, altre rappresentano la frontiera di successo del panorama Alternativo italiano come i TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI (protagonisti di uno show al fulmicotone l’anno passato), ZEN CIRCUS, CASINO ROYALE, TONINO CAROTONE, LINEA 77, MEGANOIDI, ALBERTO FORTIS, PUNKREAS, ALMAMEGRETTA, ed i sempre Mitici SKIANTOS, prima vera headliner in cartellone nell’anno 2002.
La prima grande sorpresa da svelare riguarda proprio i grossi nomi: 2 headliner protagoniste delle serate del venerdì e del sabato, la freschezza swingata dei THE SWEET LIFE SOCIETY, ensemble di sicuro impatto che ha ormai un posto di successo nel panorama musicale italiano e non solo; e il contrappunto in levare dei BLUEBEATERS, veterani dello Ska italiano. Entrambe Scelte estremamente vivaci e di sicuro divertimento, entrambi sodalizi in uscita discografica. Una sorta di miscellanea tra il “best of” che di solito allieta le scalette delle esibizioni live e la novità più assoluta di musica non ancora pubblicata ma già ben radicata nel sound delle band, così scopriremo la nuova idea Vintage/caraibica degli Sweet Life Society e la versione giamaica cantata in italiano dei Bluebeaters.
Le eccellenze locali e non solo ben supportano i Big della manifestazione:
MERCOLEDI’ 2 AGOSTO – si parte con la Black Music esplorata in tutto tondo da NICHOLAS’ GROOWERS. Artista alla sua seconda esibizione in San Costanzo, nato e cresciuto musicalmente esattamente in questi luoghi. La maturità di Nicholas ha raggiunto ormai vertici assoluti con il singolo “Eternal and Transient” presentato questo inverno sul Palco di Piazza Colombo durante le manifestazioni collaterali al Festival, un momento di grandissimo Soul. Gruppo composto da ottimi musicisti con esperienze estremamente variegate che vanno dal jazz al reggae all’hip-hop
Da Ventimiglia sbarca per la seconda volta anche il gruppo dei NOMOREMARIO per presentare il nuovissimo lavoro “Songs of love & fear”. Lavoro di consacrazione per una band dedita allo Stoner ed al Noise, prodotto perfettamente in pieno stile Seattle Sound. Una combinazione perfetta tra i graffi più puri dell’Alternative Rock ed il miele delle linee melodiche molto ricercate e suadenti.
Finale di serata per festeggiare i 25 anni di attività dei RUNNING BIRDS, forse i rocker più puri, sempre fedeli nel corso dei loro anni di attività alla cifra stilistica che parte dall’Hard Rock. Eccelsi musicisti protagonisti di collaborazioni di grande spessore (Ian Paice batteria dei Deep Purple) che ha affiancato sul palco vere colonne del genere come Status Quo, Scorpions, ZZ Top, Deep Purple. Per festeggiare il venticinquesimo anno di attività sul palco di Rock in The Casbah la Band ospiterà lo storico cantante della seconda formazione : Krees Moretti.
GIOVEDI’ 3 AGOSTO – la prima proposta cantautoriale della rassegna è quella di LUCA LANTERI, da Arma di Taggia. Reduce dalla pubblicazione del suo primo lavoro solista (dopo anni di permanenza nel gruppo Es-senza) “Cade una Stella”. Voce intima e coinvolgente quella di Luca, artista molto legato al suo territorio. Nel corso dell’esibizione anche una canzone dedicata al motociclista Luca Simoncelli.
Da Imperia sbarcano i LUCIDA CRASH con il loro rock italiano originale appena condito dalla realizzazione di un video prodotto da MizukoVideo “Non guardare Giù”. Belle le incursioni della band nel territorio Groove/Funk a condire una proposta di ottima fattura. La band dopo aver calcato palchi importanti ed aver partecipato con successo a parecchi contest musicali nazionali arrivano alla vittoria del prestigioso “Zocca’n’roll”.
I ROOMMATES (Imperia-Ventimiglia) sono reduci dalla realizzazione del loro primo lavoro originale intitolato “Fake”. Dopo una gavetta estremamente produttiva incentrata spesso nella versione Unplugged il disco dimostra una maturità assoluta. Ballad di grande spessore cantate a tre voci e graffi Southern Rock nella versione più brillante che sottolineano una sicura attitudine Live.
Chiudono la seconda serata i Torinesi DOBERMANN, alla seconda partecipazione a Rock in The Casbah. Una vera Live Band, creatasi esattamente nell’esperienza di palco di tre rocker purosangue già protagonisti di illustrissime collaborazioni internazionali. Sarà questa una vera e propria esplosione, un momento infuocato nel vero senso della parola. Di estrazione purissima, si muovono tra influenze Ac/Dc-Van Halen ed il primo Punk secco dei Police. Nell’estate 2016 registrano il loro Ep con la produzione di Fabio Trentini (Guano Apes)
VENERDI’ 4 i giovanissimi THE SEAWARDS da Imperia ci porteranno all’interno del loro lavoro di debutto prodotto da Zibba. Proposta questa che guarda al futuro con il sapiente utilizzo della Loop Station più chitarra ed una voce di grandissima maturità e seducente effetto. Reduci da Collisioni Festival a Barolo.
Da Bordighera altri giovanissimi, ma collaudatissimi THE MAD. Maturi per la loro seconda esibizione a Rock in The Casbah. Il loro è un Sound completo che parte dalla tradizione rock italiana per sconfinare nella Progressive. Appena realizzato il video del singolo “Apparenze”.
La proposta della prima headliner della rassegna è quanto mai eclettica: SWEET LIFE SOCIETY. Torinesi, alfieri dell’elettroswing italiano. Appena pubblicato il nuovo singolo “Hard On” che segna una nuova frontiera nella cifra stilistica della Band, mischiando la solita attitudine vintage a momenti caraibici. Propongono uno show che parte dalle influenze Cotton Club per rivisitarlo in chiave elettronica modernissima da alcuni tra i migliori musicisti Jazz italiani. Una sessione fiati completa, due voci, chitarra Manouche, tastiere ed Mc. Divertimento assicurato. Da sempre dediti anche alla confezione di colonne sonore originali è in ultimazione il loro nuovo album “Antique Beat” in uscita tra pochi mesi.
SABATO 5 un cantautore ironico come DAVIDE GEDDO da Savona aprirà la serata finale. La sua è una proposta mai banale dai testi molto intriganti a volte splendidamente grotteschi, molto solare il suo incedere. Sue collaborazioni con alcuni ottimi musicisti italiani. Le influenze del cantautore non abbandonano mai il Rock ed il Blues che sono stati i suoi generi elettivi già da inizio carriera artistica.
THE BLUEBEATERS sono la tradizione Ska in Italia. Separati dal sodalizio con Giuliano Palma continuano nella loro decennale influenza verso i ritmi della Giamaica. Il loro ultimo lavoro “Everybody Knows” va a rileggere in levare parecchi dei successi Rock/pop/Wave degli anni 80/90. La loro nuova produzione per ora culminata con il singolo “Tempo” già proposto dal vivo ma non ancora realizzato fonograficamente (album in uscita tra pochi mesi) è un passaggio importante per la Band che lega la solita perfetta esplorazione nei ritmi giamaicani alla lingua italiana. Importante anche il passaggio della Band in Garrincha Dischi.
Il ritorno del reggae/ska è stato fortemente voluto in questa edizione, mood musicale che ha sempre avuto un enorme successo dalle parti di San Costanzo.
Come sempre la voce che introdurrà i concerti sarà quella di Simone Parisi, coadiuvato dalla presenza di Pietro Zampedroni con il quale ha firmato negli ultimi due anni un programma radiofonico in onda settimanalmente sulle frequenze web di RadioBandaLarga: “Intrattenimento allo stato Brado”, sarà questo il format di avvicinamento ai concerti in ogni sera, un umorismo dissacrante che parte dalle abitudini e dalle follie che spesso il web ed i Sócial network offrono, come piace dire a loro sarà si Radio ma fatta con “l’aggravante dei corpi umani”. In regia altro storico personaggio di Rock In The Casbah come Lo Slavo, musicista e dj che curerà anche il dj set finale di sabato 5 dalle parti del bar messo in funzione sempre dall’Associazione Fare Musica.
La parte video quest’anno sarà completamente dedicata alla memoria di RAMON GABARDI musicista sanremese scomparso ad inizio anno. Lui c’era 18 anni fa con la Ratamacue di cui era chitarrista ritmico in quel concerto che aprì questa manifestazione.
Il Visual Art sarà come sempre Danilo Bestagno Zero Academy, vero artista della parte visiva.
Novità anche dalla parte Service audio e luci che quest’anno darà affidato all’eccellenza cittadina del Pico Service.
Ultima grande sorpresa riguarda la parte grafica. E’ un disegno originale del grande IGORT, al secolo Igor Tuveri, apprezzatissimo fumettista italiano, letto e tradotto in tutte le lingue, fondatore di case editrici e già collaboratore di riviste come Frigidaire, Linus, Alter. sodalizio artistico questo firmato dal vulcanico Larry Camarda ormai quotato ed apprezzato disegnatore. Igort è autore di alcune tra le più importanti opere contemporanee come “5 è il numero perfetto”. Uscito contemporaneamente in 6 lingue ed eletto libro dell’anno al Salone del Libro di Francoforte nel 2003. Notevoli anche i suoi lavori giornalistici illustrati come “Quaderni Ucraini” e “Quaderni Giapponesi”
Tutti gli spettacoli cominciano alle ore 21,30

Details

Start:
2 agosto h.9:30
End:
5 agosto h.1:00
Categoria Evento:
Website:
https://www.facebook.com/events/461981987492466

Luogo

San Remo
San Remo, Italy

Organizzatore

Larry A. Camarda